Le discussioni si sono intensificate tra i Lloyds di Londra, Malta Financial Services Authority e uno studio legale locale. L'isola si pone come una delle mete preferite per una società post-Brexit della compagnia di assicurazione.

 

Lloyds ha chiarito qualche mese fa, che avrebbe voluto aprire un ufficio in un altro Stato membro dell'Unione Europea, non appena il primo ministro britannico Theresa May imposti l'articolo 50 per negoziare la Brexit - destinata ad essere entro la fine di marzo.

 

Per i Lloyds l' amministratore delegato Inga Beale aveva inizialmente detto che la società stava considerando Dublino, Parigi e Francoforte, ma entro ottobre, ha detto che Malta e Lussemburgo erano stati aggiunti alla lista.

 

Le fonti hanno detto Lloyds ha inviato una delegazione a Malta il mese scorso, a seguito del quale l'isola è stata messa in pole position.

 

"Lloyds sta valutando l'apertura di una filiale, che potrebbe assumere la forma di società delle cellule protettivo, una struttura che ha già dimostrato di essere molto attraente per le compagnie di assicurazione," ha detto The Business Observer.

 

Sebbene un certo numero di aziende a Londra hanno detto che avrebbero rivisto le loro opzioni alla luce del voto Brexit, Lloyds è stata la prima di alto profilo a dire che ci vorrebbe un'azione al più presto possibile per l'articolo 50.

 

Il problema è passaporto - il che significa avere la capacità di condurre gli affari da una giurisdizione in tutti gli altri Stati membri.

 

La signora Beale ha detto che Lloyds avrebbe perso circa 800 milioni di £ in premi se ha perso questi diritti conferiti dal passaporto, intorno al quattro per cento del totale. Nel 2015, l'AEA rappresentato per 2,93 miliardi di £ o 11 per cento dei premi lordi di Lloyd.

 

"Sappiamo chiaramente che Lloyd vuole mantenere il suo accesso al mercato unico sotto lo stesso regime del passaporto che attualmente operiamo", ha detto la società in una nota informativa sul suo sito web.

Lloyds intende mantenere la sua 328 anni di base a Londra, ma è molto probabile che spostare il suo top management per la nuova filiale, che dovrebbe essere capitalizzata separatamente, in esecuzione in decine di milioni.

 

L'altro - chiaramente più costosa opzione - sarebbe quella di avere una filiale in ognuno degli Stati membri, che le fonti hanno detto era stato messo in attesa nel mese di dicembre.

"L'impatto su Malta di avere un marchio così prestigioso venire qui non può essere sottovalutato. Sarebbe un punto di svolta in termini di attrazione altri grandi nomi ", hanno detto le fonti.

 

La signora Beale, che ha guidato l'azienda dal 2014, ha scritto circa l'impatto di Brexit sul Financial Times subito dopo il referendum, notando che il mercato assicurativo di Londra è stato il più grande hub globale per il rischio commerciale e specialità - che controlla più di £ 60 miliardi di premi lordi.

 

"Si tratta di un mercato diversificato composto da più di 350 aziende, contribuendo oltre il 20 per cento del PIL della città e impiega 48.000 persone", ha detto.

Le fonti hanno detto che la Lloyds avrebbe continuato a parlare con il governo del Regno Unito circa maintening facilità di accesso al mercato dell'UE, inviare il messaggio che era "felice di lavorare con lui" in ogni modo possibile.

 

Lloyds realizzato un profitto nella prima metà del 2016 di 1,46 miliardi £. Ha un rappresentante giuridico generale a Malta, Lloyds Malta Ltd, con l'avvocato Luigi Cassar Pullicino come il suo direttore.