Nel primo trimestre del 2017 la raccolta premi nei rami vita e danni del mercato assicurativoitaliano è stata pari a 36,6 miliardi di euro, in calo del -10,7 % rispetto all’analogo periodo del 2016. 

 

Il calo è principalmente derivato dalla flessione del -13,8 % (4,4 miliardi di euro) della raccolta vita, che rappresenta i tre quarti della raccolta complessiva e che già dallo scorso anno ha esaurito la fase espansiva del triennio 2013-2015; anche la nuova produzione vita si riduce del-17,1% rispetto al dato del primo trimestre 2016. 

 

La raccolta danni ha registrato nei primi tre mesi del 2017 un incremento del +0,5 % rispettoall’analogo periodo del 2016 (attestandosi sulla cifra di 9,1 miliardi di euro); considerata anchela crescita nel quarto trimestre 2016, sembra essersi interrotto il trend di contrazione in atto dal 2012. 

 

È quanto si evince dalle statistiche sui “Premi lordi contabilizzati e nuova produzione vita alprimo trimestre 2017”.

 

I dati sono segnalati trimestralmente dalle imprese aventi stabile organizzazione in Italia; sono esclusi i premi raccolti dalle imprese estere in regime di libera prestazione dei servizi.

 

Nel primo trimestre di quest’anno le imprese nazionali e le rappresentanze in Italia di imprese extra S.E.E. hanno raccolto premi per 34 miliardi di euro con un decremento del -10,6 % rispetto al corrispondente periodo del 2016. Le rappresentanze in Italia di imprese consede legale in altro Stato S.E.E. hanno realizzato una raccolta di 2,6 miliardi di euro, importo diminuito del -11,4 %.

IVASS Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni
Dati Ramo Vita I e 3 (2011-2016)
18082017 - IVASS dati vita I e III dal 2011 - 2016.pdf [184.07 KB]
Download